Nodi di Carta

June 27th, 2012

Progetto di: Di Nardo, Escher, Guerra, Ingenito, Lobia

Concept
La guida Nodi di Carta propone un modo alternativo di raccontare la storia degli archivi di Milano introducendo il visitatore a narrazioni relative a chi li ha fondati, alla struttura che li ospita, legandoli quindi per contenuti e racconti alle persone.
Nodi di Carta offre la possibilità concreta di vivere una esperienza, toccando ed esplorando i contenuti che ogni luogo ha da offrire al visitatore, guidandolo poi nella scoperta della persona che li ha raccolti e il cambiamento del luogo che accoglie l’archivio.
Un’esperienza che soddisfa l’interesse dell’utente nei confronti di tematiche di movimento e di attivismo politicizzato che è stato tipico degli anni ’60. I temi spaziano dall’autoproduzione alla grafica, passando dal femminismo e dal movimento operaio, sfruttando le risorse già presenti negli archivi come base ed incipit per avvicinare a questi argomenti, intersecando contenuti di approfondimento e visualizzazioni aumentate per creare un percorso storico che riproduca ed offra la possibilità di immergersi al massimo nell’ambiente e nel movimento dal quale poi sarebbero nate quelle raccolte di libri che raccolgono storie, memorie e idee.
Nodi di Carta nasce a partire dalla scoperta che in un luogo apparentemente inusuale, un centro sociale organizzato in uno stabile occupato, si cela un importante archivio di documenti storici, fortemente legati ad un personaggio di spicco dell’attivismo politico milanese degli anni ‘60, come fu Primo Moroni. Un archivio, lasciato dal grande uomo di cultura che era Primo, che comprende la sua personale collezione e scelta di documenti, riviste, libri, appunti che raccontano un’epoca ormai passata, fornendo un carotaggio di contenuti che si spinge ben oltre la lettura sinistrorsa e partitica, ma comprende, forse anche in maggior parte, tematiche di ribellione, autogestione, controculture e scuola. Ad arricchire questo archivio è la complessità storica e culturale della struttura che lo ospita.
Il Cox 18 è tra i più vecchi e longevi centri sociali occupati di Milano, con una storia turbolenta alle spalle, che non si è arreso e ha voluto mantenersi integro e presente, collaborando con il quartiere e inserendosi nella vita comunitaria e culturale del vicinato.

Struttura sistema
Nodi di Carta si sviluppa su quattro artefatti, con gerarchie e momenti di utilizzo diversi.
Elemento importante nella struttura sono le cartoline e il poster, primi da un punto di vista temporale di utilizzo, hanno lo scopo di rendere nota all’utente la presenza della guida, spingendolo ad avvicinarsi all’applicazione. La cartolina, unica per tutto il sistema, collocata nei distributori commerciali presenti in luoghi di cultura, come università, musei e locali, collega direttamente l’utente al dowload dell’applicazione, oppure suggerisce di visitare il sito. I poster vengono invece differenziati e caratterizzati tra gli archivi, presentano il fondatore e vengono collocati negli ingressi dei luoghi che ospitano gli archivi.

Il sito web, infine costituisce un contenitore di presentazione del progetto, accenna quindi i contenuti presenti nell’applicazione senza svelarli completamente, mostra tutti gli archivi e ha inoltre un’area personale di collezione di contenuti preferiti, selezionati dall’utente durante la visita all’archivio.

Lo strumento più importante nel sistema è l’applicazione per smartphone, che si articola in maniera complessa a partire da una mappa comprensiva di tutti gli archivi presi in considerazione, comprendendo elementi di approfondimento e contenuti multimediali, fino ad arrivare alle esperienze di realtà aumentata che si possono effettuare direttamente al Cox 18. Prende maggior spazio l’applicazione poichè si impone come nuovo strumento di guida e assistenza al visitatore, permettendo l’integrazione, prima impossibile, con elementi multimediali, elementi di mappatura ed elementi di approfondimento. L’applicazione interagisce inoltre con un altro artefatto, il fascicolo biografico del fondatore, presente in ogni archivio, il quale oltre a raccontare la storia del personaggio ne porta testimonianze e ricordi, ad aumentare il racconto e il coinvolgimento dell’utente.

Nodi di carta

Nodi di carta

Nodi di carta

Nodi di cartaNodi di carta

Progetti | Comments

Comments are closed.

AtlasLab

Prof. Giovanni Baule
Prof. Daniela Calabi
Dott. Vincenzo D’abbraccio
Dott. Marco Quaggiotto
Dott. Elisa Chiodo
Dott. Paolo Casati
Dott. Gaia Scagnetti
Dott. Claude Marzotto

Politecnico di Milano, Facoltà del Design

Unità di Ricerca d.com
Design della Comunicazione

Sezioni


Warning: shuffle() expects parameter 1 to be array, null given in /web/htdocs/www.atlaslab.org/home/wp-content/plugins/tantan-flickr/flickr/class-public.php on line 63